QUELLI DEL '24

raduno di traversara

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

raduno di traversara

Messaggio  smolensk il Sab Apr 28, 2012 9:31 am

sono riuscito a presentarmi al raduno di primavera del club storico faentino






inquetanti presenze.......
avatar
smolensk

Messaggi : 543
Data d'iscrizione : 30.09.09
Età : 44
Località : S.Agata sul Santerno

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  luca.latina il Sab Apr 28, 2012 3:54 pm

Certo che la fiat Croma è propio fuoriluogo...americana compresa!
avatar
luca.latina

Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 02.10.09
Età : 47
Località : Latina (Lazio)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  smolensk il Ven Mag 04, 2012 1:48 pm

in assoluto anche il livello di manutenzione dei mezzi era bassino.... ho messo le foto di ciò che era presentabile...
avatar
smolensk

Messaggi : 543
Data d'iscrizione : 30.09.09
Età : 44
Località : S.Agata sul Santerno

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  mirco65 il Sab Mag 05, 2012 12:18 pm

fai lo sburone visto che la tua è fresca di carrozziere, penso che anche nel mondo epoca si senta la crisi.

buon fine settimana a tutti

mirco 65
avatar
mirco65

Messaggi : 651
Data d'iscrizione : 30.09.09
Età : 51
Località : pinarella di cervia (ra)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  smolensk il Mer Mag 09, 2012 2:04 pm

sicuramente la crisi morde
tuttavia si sono presentate molti mezzi che dovevano essere "ancora restaurati" non per pignoleria....c'erano macchine che sembravano uscite da "MIlano Violenta" dopo l'inseguimento....
mirko ; c'erano macchine veramente messe male !
avatar
smolensk

Messaggi : 543
Data d'iscrizione : 30.09.09
Età : 44
Località : S.Agata sul Santerno

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  mirco65 il Mer Mag 09, 2012 7:34 pm

erano vissute sicuramente paolo

un saluto ai tuoi pargoli e alla tua dolce trequarti

mirco
avatar
mirco65

Messaggi : 651
Data d'iscrizione : 30.09.09
Età : 51
Località : pinarella di cervia (ra)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Anto il Ven Mag 11, 2012 2:49 pm

A mio parere il basso livello delle auto è anche per il fatto che ci sono sempre più "appassionati" della domenica, cioè gente che si riempe la bocca del fatto che possiede una storica, e poi le tengono senza cure e senza passione, come si può tenere una moderna Mad
E per quella Croma bianca che si vede nell'ultima foto, forse ha sbagliato strada, deve aver preso la prima a destra ed essere andata al raduno invece di prendere la prima a sinistra e andare dal demolitore!! Basketball
avatar
Anto

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 18.07.10
Età : 39
Località : Bologna

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=0ad9paNevDE

Tornare in alto Andare in basso

Re: messaggio

Messaggio  fonti massimiliano il Ven Mag 11, 2012 9:56 pm

ma se a quel poveretto piace la croma xhe non puo andare al raduno ogni uno ha la sua passione io non ti conosco anto ma secondo me il tuo commento non ha senso allora xche non porti in demolizione la tua 124.........
avatar
fonti massimiliano

Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.03.10
Età : 46
Località : san clemente (RN)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Anto il Ven Mag 11, 2012 11:52 pm

Nemmeno io ti conosco fontimassimiliano, ma mi pare che quello polemico sei tu non io, prima di tutto perchè questo è un forum di 124 Sport Coupè, quindi non è appropriato consigliato a nessuno di demolire le proprie 124 bensì si è qui per lo scopo opposto, non so se ci sei arrivato a capire questa finalità, e poi il proprietario della Croma non appartiene a questo forum, mentre io si, e quindi io non ho offeso nessuno che conosco mentre tu hai attaccato me che sono membro concreto.
Seconda cosa la mia era soltanto una battuta, che fra l'altro era già stata sollevata giustamente da altro membro del forum su questo argomento poco più in su (se vai a leggere), stai tranquillo che a me non me ne può fregare di meno, se uno è appassionato della Croma che se la tenga, così come se uno è un appassionato di Citroen Visa, però di certo una berlina di 20 anni fa di larga diffusione accanto ad auto di oltre 40 anni ben più rare e sportive credo che stoni un pò, non credo ci voglia molto a capirlo.
Detto questo, grazie ancora fontimassimiliano per la cordialità dimostratami, è il giusto atteggiamento per condividere fra amici la passione per le 124 coupè.
avatar
Anto

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 18.07.10
Età : 39
Località : Bologna

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=0ad9paNevDE

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  GhibliKs il Sab Mag 12, 2012 3:02 am

Devo correggere alcuni errori:
Intanto questo non è un forum SOLO di 124 Coupè, ma bensì di FIAT 124, in tutte le sue salse e versioni, e di appassionati e di simpatizzanti di auto, a cui piace parlare di motori ecc. ecc.

Non vogliamo fare la fine dell'altro forum...

Adesso Anto spezzo una Lancia a tuo favore(poverina... la lancia) condivido pienamente ciò che hai detto, perchè a parte il fatto di essere piu sportive o meno, se in raduno le auto hanno piu o meno tutte 40 anni, vederti una croma di 20, è molto fuori luogo, a prescindere di essere appassionati o meno.

Proprio per questo hanno creato dei club della croma, degli estimatori di berline italiane anni 80, che organizzano raduni appositi... senza avere l'obbligo di infilarsi, e sopratutto di avere il minimo buon senso di partecipare a raduni dove le auto hanno 40 anni.

Poi posso capire fosse una porsche, una maserati od una ferrari.... anche se piu recenti si fanno guardare, perchè già rare da nuove, ma appunto una berlina a larga diffusione così, vederla in raduno come quello sopra fai proprio la figura del pesce fuor d'acqua!

Anche io ho una Alfa 164 3000 V6 dell'88, ma mai mi sognerei di partecipare ad un raduno adesso nonostante i suoi 24 anni... è troppo moderna, e' ancora attuale da mischiarsi ancora nel traffico moderno.
magari tra 10 anni...
avatar
GhibliKs

Messaggi : 264
Data d'iscrizione : 22.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: messaggio

Messaggio  fonti massimiliano il Dom Mag 13, 2012 11:56 am

anto forse hai capito male la cosa io non voglio attaccare ne te ne nessun 124ista anche perche io sono sempre stato 1 appassionato di 124 coupe ne ho avute 3 la prima l ho acquistata nel 1987 1 l ho venduta nel 1992 causa spazio...2 sono ancora di mia propieta ho solo voluto dire che ogni 1 ha le sue passioni e secondo me puo andare a qulsiasi raduno e in qualsiasi condizioni....ma non mi permetterei mai di attaccare 1 centoventiquattrista ne nessun altro proprietario di qualsiasi marca di auto d epoca ogni 1 ha i suoi gusti..........ciao a tutti......
avatar
fonti massimiliano

Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.03.10
Età : 46
Località : san clemente (RN)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Anto il Dom Mag 13, 2012 7:29 pm

Ecco, prima di tutto ringrazio Claudio per aver capito subito il mio discorso, che non era così strano o complicato (almeno, così credevo!) Embarassed Very Happy
Massimiliano, la mia passione per le 124 Coupè potrei dire che è nata ben prima della tua, cioè da prima che io nascessi, in quanto la mia macchina fu comprata nuova da mio padre 5 anni prima della mia nascita, e il mio legame è così forte che potrei fare a meno di qualsiasi altra auto che abbiamo e abbiamo avuto ma a lei non rinuncerei mai al mondo per nessun motivo, perchè fa parte degli affetti familiari in modo viscerale.
Detto questo, ti dirò di più: il padre di un mio amico ha proprio una Croma, che usa tutti i giorni da 22 anni e ci ha fatto 450.000 km, e tutte le volte che lo vedo quando mi dice che va ancora bene gli rispondo che sono solo contento e di continuare a tenerla (tanto per spiegarti che io sostengo tutti gli appassionati)
Però mi dispiaceva molto e non era proprio giusto che tu attaccassi me e tirassi fuori la battutaccia di demolire la mia 124, perchè non sono mai stato polemico per natura verso nessuno, e penso che fra appassionati di uno stesso modello di auto in un forum ci si debba sostenere e andare d'accordo tutti sia fra membri umani che verso le proprie 124.
Detto questo, non è proprio vero quel che hai detto, cioè che ognuno può andare a qualsiasi raduno con qualsiasi tipo di auto tenuta in qualsiasi modo: prova ad andare al concorso di eleganza di Villa d'Este o alla MilleMiglia con una macchina messa male o con una berlina degli anni 80 e vedi dove ti mandano! Laughing


Ultima modifica di Anto il Lun Mag 14, 2012 3:33 am, modificato 1 volta
avatar
Anto

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 18.07.10
Età : 39
Località : Bologna

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=0ad9paNevDE

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  GhibliKs il Dom Mag 13, 2012 10:43 pm

Il problema non e' la passione, tutti siamo noi siamo appassionati di auto, chi delle piu diverse, e vanno apprezzati tutti senza esclusione!
Pero' poi ci va anche del buon senso.

E come se io andassi con la 124 coupe in un raduno di auto anni 30... Centrerei come i cavoli a merenda benché la 124 sport si possa fare guardare perché rara e sparita dalla circolazione!
Ma di Croma e ' ancora pieno in giro, e vederla in un raduno di auto prevalentemente di auto anni 60/70 fa veramente ridere da esterno.
Ti sentiresti dire, " Ah, ma e' gia d 'epoca la croma?"

Perciò ben vengano gli estimatori di croma, ma nei loro spazi, o in raduni specifici di berline anni 80, o di auto 20ennali!
avatar
GhibliKs

Messaggi : 264
Data d'iscrizione : 22.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  mirco65 il Lun Mag 14, 2012 9:33 pm

ragazzi come siete polemici al mondo c'è la scimmia quindi c'è posto x tutti .

ps sinceramente tutte queste croma che girano x la romagna non ne vedo.


mirco 65
avatar
mirco65

Messaggi : 651
Data d'iscrizione : 30.09.09
Età : 51
Località : pinarella di cervia (ra)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Zio JO il Mar Mag 15, 2012 1:28 am

Partiamo da presupposto che una Croma di 20 anni è iscrivibile ASI e come tale può quindi entrare nel panorama delle vetture così dette storiche.
L'errore di quella foto in cui compare la croma, non sta nella presenza dell'auto al raduno ma del luogo in cui è collocata. Non andava messa in mezzo ad auto più anziane di lei di 20 anni ma messa a fondo fila come a rimarcare l'avanzare del progresso.
Poi c'è da dire che questo non è un forum di sole 124 (di quelli ce n'è già uno..) questo è un forum DEDICATO alle 124, ma nel quale lo spirito di condivisione ha la meglio sul concetto prettamente legato alla vettura. Questo è ancor più rimarcato in rubriche (o thread) che non sono espressamente dedicate alla 124 (vedi, Generelale, Raduni, Altre Storiche ecc..). In questi spazi è possibile dire ciò che si vuole su qualsiasi cosa (rispettando ovviamente almeno l'argomento trattato e i rudimenti di buona educazione)
Per quanto riguarda Massimiliano, che conosco di persona come Antonio, posso sicuramente immaginare che il suo commento era sarcastico, in risposta allo scritto di Antonio. In tre commenti è venuto fuori ciò che io combatto ormai quasi da 20 anni. Il PREGIUDIZIO degli appassionati nei confronti delle auto altrui. Io sono stato uno dei primi ad avere attrito con l'ASI quando si diceva che certe vetture non erano di grande importanza (un esempio su tutte le 131, dal Volumetrico al 131 Brava versione USA). Mi sentii dire nel '95 (dopo aver spiegato loro di cosa si parlava dato che ne erano ignari e senza alcuna conoscenza) che queste macchine erano sopravvalutate persino per la campagna rottamazione: 2.500.000 lire per queste Fiat 131 erano un esborso esagerato dello stato per dei veicoli del valore di 200.000 lire!
Bene fu l'ultima volta che parlai con qualcuno dell'ASI.
L'offesa subita allora, conoscendo il lavoro, la passione ed il valore dei veicoli mi spinse a fondare un mio sodalizio, nel quale non è importante il valore del veicolo o l'assoluta storicità, ma è fondamentale la passione del proprietario e l'impegno che ci mette a mantenere in vita un oggetto che magari non ha nessun valore.
Ad oggi, è dimostrato che io avevo ragione: un 131 Volumetrico vale 10.000 euro ed è rarissimo da trovare, ed un 131 USA è ancor più raro ma non ha un valore così elevato.
Se permettete vedere decine di Topolino sopravvissute agli anni '90 perchè "storiche" non mi fa nessun effetto proprio perchè ce ne sono tante e sono pure monotone oltre che impossibili da usare, lente e scomode. Un 131 VX o un Brava, sono testimonianze di un epoca più recente, ma sono molto più rare e decisamente più confortevoli, veloci, comode e direi pure utilizzabili quotidianamente! Aggiungo che mi fa piacere vederle ai raduni anche di più delle inflazionate Topolino, Balilla, Fiat 1100, 500, 600, ecc. E non mi dispiace neanche una Prinz!
Potremmo applicare il medesimo discorso ad altre decine di vetture, passando per il 124 SpecialT 1600 che è raro, lo è alla stessa maniera una Croma Turbo 8valvole, una Prisma Integrale o una Beta Hpe Volumex.
Non bisogna fare distinzione di auto o di collocazione temporale, perchè quello che oggi è estremamente storico ha avuto un periodo in cui era solo "vecchio e vetusto" e di poco interesse. Se non ci fosse stato qualcuno che ha pensato di conservarlo, al giorno d'oggi non ci sarebbero molte testimonianze.
Quindi evitiamo di sparare a zero sui veicoli più recenti: un domani saranno testimoni di un epoca. Ma se mandiamo tutto dal demolitore (come appunto sostenevano allora i "tecnici" ASI) fra qualche tempo non avremmo niente che rappresenta delle epoche specifiche.
In fondo basta pensare come Pino Daniele: Ogni "scarrafone" è bello a mamma Sua!
Basta solo prestare attenzione alla collocazione nelle esposizioni: ma nel caso della Croma in oggetto non è colpa del proprietario della vettura, ma di chi organizza l'evento, che avrebbe dovuto collocarlo in posizione più consona al periodo di riferimento della vettura!

Ciao. JO flower
avatar
Zio JO

Messaggi : 474
Data d'iscrizione : 21.09.09
Età : 44
Località : Torino/Vigone

Vedi il profilo dell'utente http://www.500forum.it, www.ziojo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  GhibliKs il Mar Mag 15, 2012 5:07 am

Zio Jo, non posso che quotarti.

Lo sai che il mio parco automezzi, e' dei piu disparati, ed è molto vario, e spazio dagli anni 70 agli anni 90.

Però nonostante proprio un mese fa mi siano arrivati gli attestati di storicità della Renault clio 16v, della Bmw 320 coupe e della Y10(tutte e 3 del 1992) non mi sognerei mai e poi mai di andare con nessuna di queste ad un raduno di auto d'epoca.

A meno che non sia un raduno di auto dedicato.

So che fanno raduni per le piccole utilitarie pepate anni 80/90... cosi come fanno i raduni delle berline anni 80, mi hanno invitato molte volte con la 164 a torino, per questo genere di raduni.

Però mi sentirei io per primo a disagio a parcheggiare la mia 164 vicino ad una 124...

Poi e' chiaro che l'organizzatore, avrebbe dovuto far mettere in ordine cronologico le vetture, in modo da dare piu senso, al all'evoluzione dell'auto.

Zio jo, anni fa a quel raduno di torre pellice, ti ricordi che c'era uno con la regata e pure malconcia? L'unica auto "recente" in mezzo alle storiche ultratrentennali.

Le auto vanno collezzionate, la passione non ha confini.... ma con un po' di buon senso!
avatar
GhibliKs

Messaggi : 264
Data d'iscrizione : 22.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Anto il Mar Mag 15, 2012 12:54 pm

Mi fa moltissimo piacere sentire queste opinioni e commenti, e non posso che essere d'accordissimo col discorso che ha fatto lo zio Jò, soprattutto su alcune versioni particolari di auto anni 80 tipo 131 racing.
Però volevo soltanto tirare fuori 2 spunti di discussione che ritengo utili al di là di questa famosa foto che di cui abbiamo parlato, e che è proprio in merito alle auto "storiche-moderne", cioè di fine anni 80 e inizio anni 90:
Il primo elemento è che secondo me l' Asi è passata da un estremo all'altro negli ultimi anni, cioè fino agli anni 90 aveva una lista super chiusa e ingiusta, che ammetteva all'omologazione soltanto vetture molto datate e molto particolari, escludendo tantissime altre vetture altrettanto interessanti, datate, e non di grandissima diffusione (vedi per esempio proprio il caso 124, le spyder erano ammesse, e le coupè no)...poi si è passati all'estremo opposto, cioè si sono ammesse tutte le auto di qualsiasi tipo e tiratura, purchè di 20 anni, e questo non lo trovo molto corretto da parte dell'asi perchè al giorno d'oggi si può tranquillamente iscrivere asi una vecchia e comunissima Panda o Uno modello base...al punto che molti club giustamente hanno un pò "litigato" con l'asi, ma lei è andata avanti imperterrita per la sua strada, perchè ovviamente il motivo principale di questa scelta non si basa sull'interesse verso tutte le auto, ma sul fare il maggior numero di iscrizioni e quindi di soldi Shocked
E il secondo elemento è la conseguenza del primo, e ricade proprio sulle assicurazioni e sui proprietari delle vere auto storiche che vengono usate saltuariamente o solo per i raduni: mi spiego meglio...qui in EmiliaRomagna (ma credo anche altrove, soprattutto nel centro-nord) ormai lo conoscono tutti il giochino che una qualsiasi auto vecchia di larga diffusione e anche messa male si può iscrivere Asi e usufruire di assicurazione e bollo a prezzo simbolico, e il risultato è che questo tipo di auto "vecchie" e nient'altro, cioè Panda, Uno, Tipo, Croma, e tutte le altre marche e modelli loro coevi, sono aumentate a dismisura, e sono quasi tutte di gente che non ha nessunissimo interesse verso le auto storiche e verso le manifestazioni storiche, ma le utilizzano tutti i giorni per andare a fare la spesa e per tutti i fatti loro, e quindi sono ad altissimo rischio di incidenti come le auto normali e moderne... Il risultato è che molte compagnie assicurative non fanno più le polizze storiche, altre hanno raddoppiato le loro tariffe, e trovare una compagnia che fa ancora una polizza storica a tariffa bassa è diventato veramente molto ma molto difficile, e di questo quelli che ci rimettono per colpa dei furbetti sono i proprietari di auto veramente storiche che ne fanno un uso molto limitato e sporadico e quindi a bassissimo rischio di incidenti...questo non mi sembra per nulla corretto No


Ultima modifica di Anto il Mar Mag 15, 2012 7:32 pm, modificato 2 volte
avatar
Anto

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 18.07.10
Età : 39
Località : Bologna

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=0ad9paNevDE

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  GhibliKs il Mar Mag 15, 2012 3:09 pm

Sul discorso assicurazioni, mi trovi totalmente d'accordo, e poi chi ne paga le conseguenze siamo noi.
Siamo passati da una estremità all'altra!
avatar
GhibliKs

Messaggi : 264
Data d'iscrizione : 22.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Ivo66 il Mar Mag 15, 2012 6:02 pm


CIAO A TUTTI IL PROBLEMA SECONDO ME' STA NEL FATTO CHE UNA CROMA MESSA LI COME DICONO

ALCUNI MI SEMBRA UN PO FUORI LUOGO SENZA NULLA TOGLIERE AL PROPIETARIO MA MI CONCENTREREI

SUL FATTO DEL DECORO DELLE AUTO PROBLEMA CHE SI RISCONTRA SEMPRE PIU' SPESSO

DIFATTI IL NOSTRO PRESIDENTE CONTINUA A INSISTERE SU QUESTO FATTO PERCHE' NOI COME CLUB

OTTENIAMO DIVERSE AGEVOLAZIONI COME AD ESEMPIO I PARCHEGGI GRATUITI NELLA MIA CITTA

MA POI TI RITROVI CON CERTE SORPRESE CHE TI FANNO CADERE LE BRACCIA COMUNQUE PENSO

CHE SE DICI A UNA DI QUESTE PERSONE DI ROTTAMARE LA SUA AUTO ALZANA LE SPALLE

MENTRE SE LO DICI A UNO CHE CI TIENE TANTISSIMO UN PO SE LA PRENDE OK

CIAOA TUTTI
avatar
Ivo66

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 26.02.11
Età : 50

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Zio JO il Mar Mag 15, 2012 8:27 pm

Caro Antonio, tu sei l'incarnazione del pensiero che io combatto da decenni! (senza offesa naturalmente! Wink )
La lista chiusa dell'ASI era una cazzata stratosferica, fatta per un ristretto gruppo di appassionati appartententi ad una "setta" che prediligeva solo determinati veicoli che avessero determinate caratteristiche: innanzi tutto un certo valore, poi un certo pregio, una determinata rarità e logicamente una assoluta anzianità.
L'errore non sta nel aver cancellato determinati vincoli della lista rendendoli meno restrittivi e agevolando veicoli di scarso pregio. L'errore fondamentale sta nella LISTA: NON DOVREBBE ESSERCI ALCUNA LISTA! Ogni veicolo di ogni fabbrica, di ogni tipo al compimento del 20esimo anno DEVE diventare a TUTELA STORICA! Punto e basta. Senza lista, senza visite di omologazione ecc.... La storicità la decreta l'anno di produzione, non la simpatia di un associazione o di un commissario.
Chi dice che una Bentley o una Rolls hanno più valore per il loro priorietario rispetto ad una Prisma per il suo legittimo intestatario?. La mia 124 per me vale come un Countach! Ha passato i 30 anni e di diritto DEVE godere delle stesse agevolazioni di una Lambroghini contemporanea.
Dopo i 20 anni i veicoli hanno pagato già abbastanza assicurazione e bollo da poter essere considerati e agevolati, fermo restando che molti di questi mezzi sono andati distrutti molto più di quelli che oggi ne hanno 30.
Facciamo un esempio. Fino a 30 anni fa, si consegnavano le targhe in motorizzazione e ci si teneva la vettura. Molti di noi oggi comprano vetture radiate e le reimmatricolano. Possiamo farlo con vetture di 30 anni, che all'epoca ancora non erano vincolate dal certificato di rottamazione del demolitore. Oggi non troverai mai una Thema prima serie radiata, perchè all'epoca andava SMALTITA come rifiuto particolare. Risultato di questo? Le auto di 20 anni vanno in demolizione e spariscono per sempre. Trovami una DEDRA INTEGRALE se riesci... (che è praticamente una delta ma da famiglia..) o una Scirocco prima serie, così come un 131 Maratea o Lancia 2000 Berlina Iniezione Boxer...
La lista collegata al valore o alla rarità o interesse del veicolo ha fatto una STRAGE di mezzi CANCELLANDO di fatto pezzi di storia dai contenuti tecnici importanti: magari non sotto l'aspetto prettamente meccanico tecnologico ma magari anche solo per volume di veicoli prodotti.
Va CANCELLATO il pensiero di liste o omologazioni. Ti piace la Prinz? Vuoi una Zundapp, o un Fiat 691 o un 190-38 Turbostar? Accomodati, se ti piacciono fai pure. Avrai in mano un pezzo di storia che magari può non piacere a tutti ma nel suo piccolo ha tessuto le trame di un periodo storico del quale è testimone.
Il tuo pensiero è identico a quello dei commissari ASI del 1995. Non sapevano neanche che esistesse una versione americana del 131 (il BRAVA) ma come tale non aveva valore perchè troppo recente o perchè (a loro) sconosciuto. Sta di fatto che il BRAVA ha fatto la sua storia, nel bene o nel male, con la sua tecnologia (ai commissari assolutamente sconosciuta) come ad esempio il RETROFIT che la fiat avrebbe sdoganato solo nel 1991/1992 sulle UNO dichiarando che inquinavano di meno (per vendere di più!). Il Brava lo aveva già nel 1981, con tanto di catalizzatore sottoscocca...
Se io e altri (pare 4) appassionati in tutta Italia non avessimo salvato un mezzo simile oggi non ce ne sarebbe la testimonianza. Io ho usato per 556.000km questa macchina, mi ha SERVITO, mi ha trasportato ovunque senza mai chiamare un carro attrezzi. Per l'ASI era una macchina da 200.000 lire (quando per rottamare ne spendevi 80.000!) e non aveva nessuna valenza storica di rilievo.
Bisogna imparare che il passato va salvaguardato nella sua interezza e non "scandagliato" e ricordato solo per determinati particolari o avvenimenti o secondo interessate simpatie...

Sarebbe interessante che tutti si prendessero d'esempio gli USA, dove il mercato delle automobili storiche vale circa il 50% delle vendite di auto nel paese. Lì non ci sono classi o categorie: il veicolo è storico e basta. Poi il singolo appassionato sceglie se con un ModelT fare un Hot-rod oppure creare il fedele e restaurato testimone dell'epoca di appartenenza. Ma questo è un altro discorso...

Per quanto riguarda le assicurazioni: dovrebbero solo stare muti cche con quello che si paga in Italia altro che storiche! Anzichè stare noi a disquisire della Tipo, della Tempra o della Serie 3 del '92 assicurata storica, dovremmo fare una cordata di appassionati e crearci noi un assicurazione che sia a disposizione di chi intende salvaguardare un veicolo. Usandolo quotidianamente oppure no. In qualsiasi caso, nel bene o nel male il veicolo sopravvive. Se poi verrà restaurato bene, se verrà rottamato.... Peccato!
Ti ripeto: io ho usato la mia 131 per mezzo milione di km, e grazie a lei ho conosciuto molti degli appassionati, ormai amici, alcuni dei quali frequentano questo forum. Se così non fosse stato, oggi non saremmo qui a parlarne.

In ultimo aggiungo un solo pensiero: le auto moderne non avranno la fortuna di quelle più anziane. La tecnologia è stato per loro un toccasano al momento della produzione, ma diventerà la loro croce fra 10 o 15 anni. Se un tempo si producevano ricambi per 20 anni e si potevano adattare ricambi di serie successive data la compatibilità, oggi se esce di produzione la Punto, sostituita da un nuovo modello, i ricambi saranno prodotti con il contagocce. Quindi chi cercherà i pezzi per queste vetture non troverà nè i ricambi nuovi e neanche usati, dato che ormai i demolitori non hano più nulla nel piazzale come un tempo. Imagina solo i particolari dell'elettronica di bordo o le centraline: chi le riprodurrà?
La Uno Turbo o la R5Gt turbo ne sono l'esempio: trova un paraurti col profilo rosso della Uno Turbo, o i codolini posteriori con feritoie della R5gt prima serie.... Ne hanno prodotte tante, ma i ricambi? In compenso io ho trovato le molure in inox nuove della mia Fiat 1800 del 1959.... Vedi come cambia il mondo?

Il mondo delle auto storiche si spegnerà tra 5 massimo 10 anni. In futuro vedremo solo auto vecchie di 30-40-50 e oltre anni, ma non avremo più testimonianza di vetture dal '95 in avanti.
Le auto sono diventate come elettrodomestici o telefonini. Quando si guastano o vanno fuori moda si cambiano o si buttano.
Una volta le auto erano fatte per durare, per stupire e per piacere. E accompagnare l'automobilista e la sua famiglia per un intero decennio o più. Oggi al quarto anno sono da "revisionare". Ironico questo fatto: sono molto più affidabili e ben concepite di un tempo e vanno revisionate prima! Una bella incongruenza.

Ciao. JO flower
avatar
Zio JO

Messaggi : 474
Data d'iscrizione : 21.09.09
Età : 44
Località : Torino/Vigone

Vedi il profilo dell'utente http://www.500forum.it, www.ziojo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  GhibliKs il Mer Mag 16, 2012 3:35 am

Zio Jo ti quoto in toto, però bisogna anche fare un distinguo:
Non tutti i possessori di vetture "storiche" sono appassionati.

Il Signore che usa la sua UNO per lavoro, di passione ne mette ben poca, lo fa solo per il puro risparmio.

E credetemi gente che ne conosco molti cosi.

O quello che mi chiede: "ma per iscrivere il mio Ducato carrozzato minonzio che fa i mercati??"

Posso capire chi ama la uno, ci è cresciuto la tiene con cura la conserva, la usa di tanto in tanto per passione, ci sta al massimo... ma chi la usa marcia e malconcia, con rischio di fare incidenti pagando quanto lo stesso appassionato tiene con cura la sua 124.. non mi sembra corretto.

Se le polizze storiche erano agevolate, c'è un motivo di fondo: I prezzi erano bassi, perchè intanto chi ne ha piu di una non le può usare tutte insieme, e poi perchè è un dato di fatto che l'appassionato non usa l'auto storica tutti i giorni, ma bensì la usa di rado, e per andare ai raduni o nel fine settimana, per questo ha meno possibilità di creare incidenti, e quindi ha il diritto di pagare un premio ridotto.
Questo fino all'anno scorso.. poi a partire dal meridione, dove il parco circolante è piu vecchio... ALE' TUTTE ASSICURATE STORICHE.. non vi dico che problemi.
Poi anche qui la volta delle panda, delle uno dalla seconda metà degli anni 80... chi la tipo, chi la croma, chi il ducato, chi il daily, si stava esagerando.

Adesso per colpa di qualcuno ci rimettiamo tutti.

avatar
GhibliKs

Messaggi : 264
Data d'iscrizione : 22.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Anto il Mer Mag 16, 2012 12:31 pm

Quotone tutto e in pieno Claudio!! Ovviamente sono d'accordissimo con quel che ha scritto lo zio Jò, però zio tu hai parlato appunto e giustamente di versioni particolari di auto, e ne hai parlato tu da super appassionato e super competente (difficile trovare chi può competere con te!)
Ma dimmi un pò che passione e che competenza e che amore può avere il classico vecchietto o vecchietta che girano tutti i giorni per fare la spesa con la Panda modello base di 20 anni fa ammaccata e opaca da tutti i lati iscritta asi soltanto per pagare il meno possibile? E dimmi che valore potrà mai arrivare ad avere una Panda modello base che è stata prodotta in milioni di esemplari e che non andrà mai in estinzione...
A quella gente non gliene può fregare di meno delle auto d'epoca, le tengono soltanto perchè non hanno le possibilità economiche di comprarne una nuova. No
E ne ho visto le conseguenze di persona proprio quest'anno con le polizze storiche assicurative per la mia 124 coupè: avevo la Sara vintage fino a 2 anni fa, che aumentava continuamente ogni anno, l'anno scorso l'ho cambiata passando alla Vittoria assicurazioni che mi costava meno, e quest'anno non ho rinnovato la Vittoria perchè aveva più che raddoppiato il premio di assicurazione a tutti i clienti superando quel che pagavo prima con la Sara, e quindi ho dovuto girare per 3 giorni presso tutte le compagnie assicurative, e il discorso era sempre lo stesso: "sà, i prezzi delle polizze storiche sono aumentati a dismisura perchè è aumentato a dismisura il parco auto(vecchie) circolante"...Pensa che alcuni assicuratori mi hanno detto che stanno pensando di togliere le polizze storiche e fare delle polizze normali come sulle auto moderne, alcuni cominciano a proporre anche le polizze kilometriche applicando la scatola nera, robe assurde!
Addirittura la Toro assicurazioni (che ho avuto anni fa) mi ha detto che non assicura più nessuno, e ha disdetto tutte le polizze storiche, stesso discorso per la Fondiaria-Sai...
Le vere auto d'epoca non sono aumentate di numero, sono sempre quelle, sono aumentate le macchine vecchie dei non appassionati che ne fanno un uso quotidiano e a rischio come una normalissima auto moderna!! Basketball
avatar
Anto

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 18.07.10
Età : 39
Località : Bologna

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=0ad9paNevDE

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  smolensk il Mer Mag 16, 2012 1:50 pm

chi si è tenuto una Ritmo?
avatar
smolensk

Messaggi : 543
Data d'iscrizione : 30.09.09
Età : 44
Località : S.Agata sul Santerno

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  GhibliKs il Mer Mag 16, 2012 2:10 pm

Bhe una ritmo Abarth non mi dispiacerebbe averla in garage!
Anche una supercabrio Bertone!

Ma sinceramente le altre non le collezionerei!
avatar
GhibliKs

Messaggi : 264
Data d'iscrizione : 22.09.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Zio JO il Mer Mag 16, 2012 3:49 pm

Mi pare che il problema sfugga del tutto.
Non ha nessuna importanza se hanno fatto la Panda in milioni di esemplari e ce ne sono ancora decine di migliaia in circolazione. Hanno compiuto 20 anni? Hanno il medesimo trattamento di una delta Integrale. E per me sono identiche, sotto l'aspetto delle agevolazioni.
E' proprio sbagliato fare una distinzione di tipo o modello di vettura. Dopo 20 anni è fondamentale che queste auto usufruiscano di agevolazioni per consentirne la conservazione.
Per quanto riguarda il discorso del vecchietto con l'auto dilaniata, opaca, maltenuta ecc... non ha grande applicazione. I pensionati non sanno neanche cosa sono le agevolazioni storiche: normalmente fanno l'assicurazione sempre dal solito assicuratore che gli stampa la polizza e loro pagano in contanti! Aggiungo anche che se non ci fossero questi "vecchietti" tanti di noi non avrebbero la loro vettura storica: io ho comprato da vecchietti almeno tre auto e se non ricordo male Ghibli ha comprato il suo 127 da 150 all'ora...
L'ultima acquisizione è stato il furgone Fiat 1100T che pagava 450 euro di polizza di assicurazione all'anno per fare 2km al giorno. l'80enne proprietario non sapeva neanche che esistevano polizze per veicoli trentennali. Sono stato io che la momento del passaggio di proprietà l'ho trasformato in veicolo storico...
Vi porto un altro esempio:
Anni fa leggendo qualsiasi rivista di settore la 124 Coupè era quotata niente e non godeva neanche di ottima reputazione. In anni di lavoro, tramite conoscenze, organizzazione di eventi, stand, pubblicità e articoli mirati e ben scritti sono riuscito a far in modo che le riviste di settore abbiano rivalutato questa vettura. Nei confronti della 124 Coupè c'era lo stesso atteggiamento che oggi leggo in questi interventi nei confronti della Panda. Ho sempre sostenuto che fosse sbagliato a prescindere dalla vettura indinpentemente dalla sua storia e dalla sua vita, marca o modello. Per portare ad un buon livello la reputazione della 124, ho scritto infiniti articoli, mi sono prodigato a compilare schede e figure fornire dati, consigli e documentazione per infine leggere su riviste i miei scritti senza neanche essere citato come appassionato. Eppure oggi un coupè vale 5000 euro, non 800 come nel 2002.
Il mio ragionamento va oltre la passione sul singolo modello, o su una marca specifica. La mia passione si riferisce a tutti i veicoli che si avvicinano al periodo definito storico. Ben vengano anche le vetture sfruttate (vi ripeto io ne ho una che ha girato il mondo e che prima o poi farò tornare come nuova) che una volta finita la loro carriera da "quotidiane" potranno essere acquistate o rilevate a costo zero per essere restaurate.
Voi perdete di vista un fattore fondamentale: Prima di diventare storiche diventano vecchie. Una macchina vecchia ha poche probabilità di sopravvivere primo per lo scarso valore, secondo perchè al giorno d'oggi è fuori moda, poi perchè non ci sono i ricambi. Successivamente da vecchie scadono di valore, per l'assicurazione non contano più nulla. Anche se in perfetta forma (vedi ad esempio la mia Barchetta) per l'assicurazione in caso di incidente con ragione vale 1500 euro (testato a gennaio ) e poi scende a valore zero. In questo caso anche se te la distruggono senza che tu abbia minima colpa nessuno te la ripaga. Anzi te la ritirano e devi pure dire grazie!
Il vero problema è il "razzismo" dell'appassionato che anzichè vedere nel veicolo appena ventennale un futuro pezzo storico, lo valuta come un inutile testimonianza del giorno precedente. Come a voler rimarcare che ciò che è di ieri ce lo ricordiamo tutti quindi è inutile rimarcarlo o testimoniarlo.
L'altro vero problema sono le assicurazioni. Nel nostro paese se abiti a Verbania (alto piemonte) paghi una fesseria di assicurazione auto perchè statisticamente in quella provincia ci sono pochi sinistri stradali. Se abiti a Reggio Calabria o a Napoli la stessa vettura pagherebbe quattro volte tanto. Questo cosa signfica? Che e assicurazioni sanno farsi i conti in tasca e creano dei premi di assicurazione in base al rischio incidente e alla zona di residenza del veicolo.
Perchè invece non fanno lo stesso discorso con le auto storiche? Perchè ad esempio non si fanno polizze specifiche per appassionati multipli (io ho 6 vetture nella stessa polizza..) e appassionati singoli con agevolazioni per auto di 20 anni e ulteriori agevolazioni per quelle di 30?
Perchè in luoghi dove c'è questa tendenza ad assicurare rottami ventennali di uso quotidiano non si fanno polizze adeguate per evitare questa truffa?
Le assicurazioni sono mafie legalizzate e con la scusa che tutti ormai usufruiscono delle agevolazioni le cancellano completamente. Eì il contrario del pensiero matematico. Se si assicurano in tanti dovrebbe scendere il prezzo per ciascun appassionato. Anche perchè non tutti i sinistri sono fatti con torto... Invece le assicurazioni non fanno più polizze storiche.
Vi spiego perchè:
L'assicurazione storica NON HA CLASSE DI MERITO: in pratica se ti schianti contro qualcuno all'anno successivo paghi sempre uguale escluso naturalmente l'aumento ISTAT.
Nell'assicurazione tradizionale se hai un incidente con torto ti si scala la categoria e l'assicurazione aumenta il premio che va completamente in tasca alla compagnia. Quindi l'assicurazione paga il tuo danno ma per tot anni si prende un consistente aumento che tu sei costretto a pagare per ritornare alla categoria che avevi prima del sinistro.
L'attestato della classe di merito serve a questo: da qualunque assicurazione ti rechi ti chiedono in quale classe ti trovi ed in base a quello ti fanno la polizza.

In Itala purtroppo quello che non è conveniente non viene portato avanti. Le assicurazioni storiche non sono convenienti perchè paghi poco ma se sbatti contro un auto moderna fai migliaia di euro di danno! (immagina una Fiat 130 contro un Bmw serie 3 del 2011...)
In più si è aggiunto un altro fattore: solo negli ultimi 5 o 6 anni nel nostro paese si è svegliato il mondo delle storiche che prima era relegato nel nulla come l'okey sul ghiaccio. E questo lo si vede anche dal costo dei ricambi delle vetture storiche. Se 3 anni fa compravi la pompa acqua di una 124/131/125/132 ecc.. la pagavi 15 euro e al ricambista gli lacrimavano gli occhi dalla felicità di aver venduto quel pezzo che era sullo scaffale da 25 anni... Oggi se fai la medesima operazione la pompa costa 60 euro e ti viene rimarcato che è di un auto storica. Quindi deve costare di più... Naturalmente.
Anche le assicurazioni si sono fatte i conti: più appassionati e più auto = più rischio di incidenti. Più rischio di incidenti = più probabilità di pagare sinistri. Più probabilità di pagare sinistri = elimiare le agevolazioni per veicoli storici!
E' semplice e funziona così. Indipendentemente dalla Regata del vecchietto tutta bollata e opaca. Non c'entra nulla. Le assicurazioni fanno solo operazioni con margini di guadagno consistenti e non certo operazioni che vanno incontro alla popolazione.
Ti porto un altro esempio.
In tutto il paese è vietato l'uso di veicoli non catalizzati ed euro zero (come i ventennali o i trentennali non omologati da appositi registri). Nel centro Nord questo divieto è sicuramente rispettato in quanto i dispositivi di rilevamento elettronico (telecamere e telelaser) o il controllo delle forze dell'ordine (principalmente i civich) scongiurano l'uso di veicoli datati, pena la multa da 243 euro.
Nel centro sud non ci sono dispositivi elettronici e tantomeno controlli (i civich li picchiano quindi se ne guardano bene...).
Quindi le polizze per veicoli storici emesse per un intero anno in mezza italia non sono utilizzate per ragioni ecologiche, nell'altra metà sono utilizzate da poveracci che hanno solo vetture vetuste e non si possono permettere veicoli nuovi (altrimenti li acquisterebbero di sicuro).
Adesso spiegatemi voi come gli assicuratori possano permettersi di dire che hanno eliminato le polizze perchè è aumentato esponenzialmente il rischio di sinistri? Ma se al Nord le macchine sono tutte in garage che appena la tiri fuori ti multano e ti passa la voglia di usarla per sei mesi?????
Vi è mai venuto il dubbio che vi abbiano preso un po' per il culo? Vi è mai sfiorato il dubbio che stiano facendo i loro interessi e che si mettano daccordo TUTTE le compagnie a tavolino per cancellare determinate agevolazioni avanzando la medesima scusa? Vii è mai anche solo passato per la testa il pensiero di usare la storica tutti i giorni ed eliminare la moderna per evitare il salasso di polizza assicurativa e il bollo di quest'ultima? Non vi ha mai sfiorato il pensiero di prendere un rottame di 30 anni al limite della sicurezza e usarlo tutti i giorni senza preoccuparvi che nessuno lo righi o lo distrugga in parcheggio? Se accadono certe cose è perchè ci sono determinate cause: con quello che costa la polizza di una moderna auto oggi si cercano tutti i modi per risparmiare. Se l'assicurazione aumenta ogni anno, il datore di lavoro non ti dà più stipendio per compensare....

Non bisogna avere gli occhi foderati di prosciutto. Ma sopratutto non va fatta la "guerra dei poveri" dove il 124ista va contro il Pandista. Alla fine la Panda farà il percorso storico della 124 e un giorno avrà la sua giusta collocazione storica. Anzi: per un appassionato di una vettura 30enne dovrebbe essere un buon segno l'arrivo di un appassionato di una 20enne. Ci sarà un voce in più quando sarà il momento di andare a prendere a calci in culo quelli compagnie di assicurazione. Allora piu si sarà, meglio sarà.

Ciao. JO flower
avatar
Zio JO

Messaggi : 474
Data d'iscrizione : 21.09.09
Età : 44
Località : Torino/Vigone

Vedi il profilo dell'utente http://www.500forum.it, www.ziojo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: raduno di traversara

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum